Elmec Computer
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Gioielleria SaliConti
Note di Bellezza | Centro Estetico e Benessere
Centro Commerciale Il Castello
Matrimonio | Castello Bolognini
C.F.I.62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Gestione Social Network Aziendali
Palestra ProForma 2020 Sant'Angelo Lodigiano
EuroCromo Legno | Specializzati nella verniciatura, sverniciatura e nel restauro del serramento.
Elmec Computer
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Sali Conti
Note di Bellezza
Centro Commerciale Il Castello
Matrimonio | Castello Bolognini
CFI62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Gestione Social Network Aziendali
Palestra ProForma 2020 Sant'Angelo Lodigiano
EuroCromo Legno | Specializzati nella verniciatura, sverniciatura e nel restauro del serramento.

Domenica 1° Maggio 2022 "Festa de San Giusepen"

Domenica 1° Maggio 2022 "Festa de San Giusepen"
Domenica 1° maggio la chiesa del Lazzaretto apre per omaggiare e ricordare San Giuseppe e per inaugurare il mese mariano.

La chiesa rimarrà aperta per l'intera giornata ed alle ore 16.00 si terrà un momento di preghiera. Purtroppo, quest'anno l'agenda degli eventi è limitata.

C'è un elemento di novità, sono stati installati nuovi fari a led internamente alla chiesa.

Vogliamo ringraziare tutti i volontari che puntualmente lavorano per il mantenimento della chiesa e tutti i benefattori che hanno sempre dimostrato attenzione e generosità, in particolare:
Cerri Casalinghi Vidardo, 4F Elettroforniture, Supermercato Conad.

Cordialmente
Il Comitato  "Chiesetta del Lazzaretto"
 

La Storia della Chiesa del Lazzaretto

Durante la terribile peste descritta dal Manzoni nei "Promessi Sposi", il 5 Luglio 1630 i delegati di sanità di Sant'Angelo chiesero al parroco che fosse destinato e benedetto un luogo per porvi gli infetti di peste essendo morto un cittadino sospetto di contagio e sepolto fuori dalla chiesa (in quel periodo i defunti venivano inumati all'interno delle chiese o attorno ad esse).

Così recitava la missiva dei delegati: " un altro luogo da noi nuovamente ritrovato più opportuno sì per essere cinto dalle acque, sì anco per avere annesse case capaci per i monatti".

Il giorno stesso arrivò il parere favorevole del vicario generale della diocesi, Mons. Mondini, il quale concedeva la facoltà di benedire il luogo scelto, che fu quello che ancora oggi a Sant'Angelo è chiamato il Lazzaretto, situato nei pressi del fiume Lambro, ed allora molto lontano dall'abitato.

Qui furono sepolti i morti del contagio che si ripetè in misura minore nel 1700.

Nel 1714 fu benedetta la prima pietra dell'attuale chiesetta del Lazzaretto che sostituì una vecchia cappella ormai in rovina dove i fedeli santangiolini si recavano a suffragare i defunti che ivi si trovavano.

I morti del Lazzaretto non sono dunque soldati spagnoli o tedeschi caduti nelle battaglie come si crede, ma nostri antenati (Archivio Parrocchiale).

La facciata molto originale si compone di un corpo elevato, con portale e grande finestra, affiancata da due corpi laterali, posteriori, molto più bassi, ciascuno con portichetto a tre archi; un campanile fiancheggia il sacro edificio.

L'interno è elegante e decoroso.


Rif. Bibliografici:

- Giacomo C. Bascapè - Una borgata storica - 
- Antonio Saletta

 

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata

Inviaci i tuoi video e diventa un nostro reporter
Dillo a SantangeloTV
La tua pubblicità su santangelotv