Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Gioielleria SaliConti
Note di Bellezza | Centro Estetico e Benessere
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Centro Commerciale Il Castello
La Contea | Agriturismo, Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Matrimonio | Castello Bolognini
Semini nel Bosco | Sant'Angelo Lodigiano
Art & Dance Studio | Sant'Angelo lodigiano
C.F.I.62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Ottica Scotti | Sant'Angelo Lodigiano
2AExpress - Logistica e Trasporti
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Sali Conti
Note di Bellezza
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Centro Commerciale Il Castello
La Contea | Agriturismo, Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Matrimonio | Castello Bolognini
Semini nel Bosco | Sant'Angelo Lodigiano
Art & Dance Studio | Sant'Angelo lodigiano
CFI62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Ottica Scotti | Sant'Angelo Lodigiano
Gruppo 2AExpress - Logistica e Trasporti

"I Custodi del Dialetto Barasino" - 24° Episodio

I cavafià

L’ustaria del campanén
j ghe diśun “ Circulén”.
L’èra un Circul, chi ani là.
Per iscriti: i cavafià.
 
“Cavafià? Ma se vör dì?”
“Stà a scultà, sènte un po' chi”.
 
Se te sèn in sü ‘na strada
-e magari de premüra-
e un chidön te vèn arènta
ch’el te lassa pü ‘ndà via,
una piatula, un turmènte
ch’el te mangia tüte un fianche….
ti te cèrchi da ‘ndà via
ma lü adrè: “sènte un mumènte…”
la finis pü da parlà…
Quèste chi l’è un cavafià!
 
Se te sèn in d’un café
e te vèn arènta vön
ch’el te taca, el finis pü
da dì sèmper stesse robe
che ti te’nterèsa gnèn.
(Ti te cèrchi cun i ögi
se ghè inturnu un to amis
ch’el te vègna a liberà)
Ma lü amò el te va inanse
a parlà, parlà, parlà
(par che ‘l tira nanca el fià!)…
Quèste chi l’è un cavafià!
 
S’te sé stüfe da scultame,
sara ‘l libèr, faghe el sègne…
pö fa quèl che te vöi fa.
Vöri no fa ‘l cavafià!
 
 
da “Sonetti e rime dal loggione” 1989 di Achille Mascheroni

 

I cavafià

(persone che parlano in continuazione)
 
L’osteria del campanile
la chiamano “Circolino”.
Era un circolo in quegli anni
Gli associati: i cavafià.
 
“Cavafià? Ma cosa significa?
“Stai ad ascoltare, senti quello che ti dico”
 
Se stai camminando per la strada,
-magari anche con premura-
e qualcuno ti si avvicina
e non ti lascia più andare via,
ti si appiccica, ti tormenta
ti annoia fastidiosamente…
tu cerchi una scusa per andare via
ma lui ti segue: “Senti un momento…”
non la smette più di parlare…
Questo e quel che si dice un “cavafià”
 
Se sei in un caffè
e ti si avvicina un tale
che inizia ad infastidirti,
ripetendo sempre gli stessi discorsi
che a te non interessano affatto.
(tu ti guardi attorno
alla ricerca di qualche amico
che ti tolga da questa situazione)
ma il tale continua ininterrottamente
a parlare, parlare, parlare,
(non si ferma nemmeno per respirare)
Questo è quel che si dice un “cavafià”
 
Se ti sei stufato di ascoltarmi,
chiudi il libro, annota la pagina…
poi fai quello che ti va…
Non voglio fare il “cavafià”

 

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata

Inviaci i tuoi video e diventa un nostro reporter
Dillo a SantangeloTV
La tua pubblicità su santangelotv