Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Gioielleria SaliConti
Note di Bellezza | Centro Estetico e Benessere
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Agriturismo, Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Semini nel Bosco | Sant'Angelo Lodigiano
Art & Dance Studio | Sant'Angelo lodigiano
Sergio Donegà | Insegnante di Yoga su Misura
C.F.I.62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Privato Vende Casa a Sant'Angelo Lodigiano
Ottica Scotti | Sant'Angelo Lodigiano
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Sali Conti
Note di Bellezza
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Agriturismo, Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Semini nel Bosco | Sant'Angelo Lodigiano
Art & Dance Studio | Sant'Angelo lodigiano
Sergio Donegà | Insegnante di Yoga su Misura
CFI62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Privato Vende Casa a Sant'Angelo Lodigiano
Ottica Scotti | Sant'Angelo Lodigiano

"I Custodi del Dialetto Barasino" - Dodicesimo Episodio

I bòti

-Suna i bòti a’l campanén:
un chidön indumadès
l’ha tirade el scalfarén.
-Se i èn séś l’è un fiulén.
-No, i’èn sète: l’è una dòna
morta a cà -No, l’è no insì:
n’è sunade vön amò.
-L’è alura un ome a cà.
-Ma, s’ho no sentüde mal,
n’è sunade vön amò :
l’è ‘na dòna a l’uspedal.
-Tas! i bòti adès i èn dès:
l’è un ome a l’uspedal!
-Ti te’l sè che s’i èrun dùdéś
l’èr perchè èr morte un prète?...
S’l’èra ‘l Papa i’èrun trèdeś!
 
Bòti, dunca, da tö e mète.
Una volta…Invece adès
( se i sunun, ghè da dì!)
suna i bòti tüti istès.
Uramai chi se capìs  
pü da’l franche a la lìra:
Quater bòti e…buna sìra!
…E pensà ch’el campanén
l’è stai fai pr’i baraśén
e ognidön gh’èva i sò bòti: 
da i dritòn a i taramòti.
In surgiòn a stà a sentì…
L’èr mén brüte fin murì!
 
da “ Sant’Angel da’l campanén” 1978 di Achille Mascheroni
 

I bòti

(rintocchi funebri della campana che annunciano la morte di una persona)

 
Suonano i “Bòti” al campanile:
Qualcuno in questo momento
è venuto a mancare.
-Se sono sei è un bambino.
-No, sono sette: è una donna
morta in casa- No, non è così:
ne è suonato ancora uno.
-Allora è un uomo in casa.
-Ma se non ho sentito male,
ne è suonato ancora uno:
è una donna all’ospedale.
-Taci! I rintocchi adesso sono dieci:
è un uomo all’ospedale!
-Tu lo sai che se erano dodici
era perché era morto un prete?
Se era il Papa erano tredici.
 
Bòti, dunque, da suonare all’occorrenza.
Forse prima…Ora invece
(se suonano, c’è chi si lamenta e ha da ridire)
i rintocchi risuonano tutti uguali.
Ormai qui non ci si capisce più nulla:
qualche rintocco e …chi s’è visto s’è visto!
…E non dobbiamo dimenticare che il campanile 
è stato costruito per i santangiolini
e ognuno aveva i suoi rintocchi:
dai furbacchioni agli ignoranti.
Con l’orecchio teso si stava lì ad ascoltare…
Era meno brutto anche morire.

 

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata

Inviaci i tuoi video e diventa un nostro reporter
Dillo a SantangeloTV
La tua pubblicità su santangelotv