Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Gioielleria SaliConti
Note di Bellezza | Centro Estetico e Benessere
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Agriturismo, Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Semini nel Bosco | Sant'Angelo Lodigiano
Art & Dance Studio | Sant'Angelo lodigiano
Sergio Donegà | Insegnante di Yoga su Misura
C.F.I.62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Privato Vende Casa a Sant'Angelo Lodigiano
Ottica Scotti | Sant'Angelo Lodigiano
Elmec Computer
Bruschi Maurizio | Istruttore Subacqueo
BCC Laudense
Cremascoli Gomme
Servizi Foto e Video di Matrimonio
Edilferramenta
Marinoni
Sali Conti
Note di Bellezza
4F Elettroforniture | Sant'Angelo Lodigiano
Micrò Lavanderia Self Service
Centro Commerciale Il Castello
Niceday Viaggi | Sant'Angelo Lodigiano
La Contea | Agriturismo, Allevamento e Pensione Cani e Gatti
Dolce Vita Wellness Club
Matrimonio | Castello Bolognini
Bar del Ponte | Sant'Angelo Lodigiano
Semini nel Bosco | Sant'Angelo Lodigiano
Art & Dance Studio | Sant'Angelo lodigiano
Sergio Donegà | Insegnante di Yoga su Misura
CFI62 Consulenza Finanziaria Indipendente
Studio Fotografico GM di Gianluca Mariani
Privato Vende Casa a Sant'Angelo Lodigiano
Ottica Scotti | Sant'Angelo Lodigiano

"I Custodi del Dialetto Barasino" - Undicesimo Episodio

El ciòde

Trešìna e Pìna i se trövun al mercà cùme tǜti i merculdì.
- Pìna, Pìna! - vùša Trešìna - T’el sè che sèri dal dutùr e ò truàde Gìna, la dòna de Pandǜr?
- La m’à tiràde a cô! La m’à cüntàde che la fiöla de Tugnèta la scusalèra, Angélina, la secǜnda, la s’à murušàda con un fiöl de Maghérnu, de nùme Pèpu: el fiöl del vetrinàri, un bèl fiöl!
T’el sè se vör di’?... La me mulèva pü! L’à cumenciàde a dìme che ’l mès pasàde la fiöla l’à purtàde in ca’. E che la stemàna pasàda j˘èn ’ndài tǜti dü a truàla. E che chì e che là. T’el dìši nò … la m’à cüntàde la ràva e la fàva.
E l’à tacàde a di’:“Vurèvi fàghe un regàl per fà bèla figǜra e ò purtàde la fiöla da Cìša. Vürèvi töghe un bel scusàl a fiùri, ma lé gnǜca! La s’è fisàda cun un pedàgne e una camišèta cul pis che i m’èn custàdi un capitàl. Trešìna,… te diši no cùme la stèva bèn, cùme l’èra bèla: la parìva un àngel! Ò pensàde:
- Chisà cùme i stan bèn insèma! -”.
“Quànde j˘èn rüvàdi, sèvi pü ’se ghe n’èvi in sacòcia. Ò tajàde un salàme che gh’èvi in ca’ e gh’ò preparàde quàter sànguis, ò fài una tùrta, ò dervìde un bèl butigliòn de vén de quèl bön e vìa... I m’àn vansàde nànca ’na fergǜja! Sèri pròpi cuntènta... sèri incantàda a guardàghe a ’sti dü bèi fiöi. I stèvün tròpü bèn insèma!”.
- Oh! Sènte Trešìna - la fèrma Pìna - fàme no ’gnì südàda! Sòn s/ciùnfa d’le tô stòrie!… Antròpu: el so no chi l’è Tugnèta
la scusalèra! La cunùsi bèn la sô fiöla: l’è brǜta ’me ’l lu e l’è una lögia cùme la màma!! Quèste l’è el tèrse murùs che la pòrta in ca’ e, chisà perchè, dòpu i scàpun. -
- E lü!? Sìiii... el cunùsi ànca lü! Pèpù l’è nò a cèn, e te dišarò ch’el fà bòn ànca el büs d’la rataröla !!!”. -

Carlo Vitaloni
 

Il chiodo

Teresina e Pina si trovano al mercato come tutti i mercoledì.
- Pina, Pina! - grida Teresina - Sai che ero dal dottore e ho trovato Gina, la moglie di Pandǜr?
Mi ha frastornato! Mi ha raccontato che la figlia di Antonietta la grembiulaia, Angelina, la seconda, si è fidanzata con un ragazzo di Magherno, di nome Peppo: il figlio del veterinario, un bel ragazzo!
Sai cosa significa?… Non mi mollava più! Ha cominciato a dirmi che il mese scorso la ragazza l’ha presentato ai genitori. E che la settimana scorsa sono andati entrambi a trovarla. E questo e quest’altro. Non ti dico… mi ha raccontato la rava e la fava.
E ha cominciato a dire:“Volevo farle un regalo per far bella figura e ho portato la ragazza da Cisa. Volevo comprarle un bel grembiule a fiori, ma lei testarda! Si è fissata con una gonna e una camicetta con il pizzo che mi sono costati un capitale. Teresina, ...non ti dico come stava bene, com’era bella: sembrava un angelo! Ho pensato:
- Chissà come stanno bene insieme! -”. “Quando sono arrivati, non sapevo più quanti ne avevo in tasca. Ho tagliato un salame che avevo in casa ed ho preparato loro quattro sandwich, ho fatto una torta, ho stappato un bel bottiglione di vino di quello buono e via... Non m’hanno avanzato nemmeno una briciola! Ero proprio contenta... ero incantata a guardare quei due bei ragazzi. Stavano troppo bene insieme!”.
- Oh! Senti Teresina - la ferma Pina
- non farmi diventar sudata! Ne ho abbastanza delle tue storie!… Altrochè: vuoi che non sappia chi è Antonietta la grembiulaia! Conosco bene sua figlia: è brutta come il lupo ed è una scostumata come la mamma!! Questo è il terzo
fidanzato che porta in casa e, chissa perché, dopo scappano. -
- E lui!? Sìììì… lo conosco anche lui! Peppo non è a cento e ti dirò che tiene per buono anche il foro della trappola per topi!!!”. -

Ma l’èr tüte un òlter mùnde
Racconti in dialetto santangiolino a cura e con traduzioni, note e testi complementari di Angelo Pozzi
Associazione Società della Porta "Il Ponte"


 

Condividi l'articolo su

Riproduzione Riservata

Inviaci i tuoi video e diventa un nostro reporter
Dillo a SantangeloTV
La tua pubblicità su santangelotv